Fase protesica

Una protesi su impianti è un restauro protesico estetico che sostituisce uno o più elementi dentali mancanti, utilizzando come radice artificiale un impianto osteointegrato in titanio. Gli impianti vengono utilizzati per sostituire uno o più elementi dentali, senza dover ricorrere alla “limatura” dei denti adiacenti necessaria per realizzare una protesi a ponte. La moderna implantologia è in grado di offrire, attraverso la sostituzione degli elementi dentali perduti o irrimediabilmente compromessi, riabilitazioni estetiche e funzionali, che possono soddisfare le esigenze del paziente. La sicurezza e la predicibilità dei risultati, obiettivi primari del dentista, si basano su procedure ampiamente collaudate e supportate da oltre trentacinque anni di studi e ricerche.

 


 

  • Caso di protesi su impianti – Dente singolo nei settori estetici
  1. Frattura radicolare dell’incisivo centrale di destra. Si rende necessaria la sua avulsione e la sostituzione con un impianto osteointegrato.
  2. Sito implantare prima dell’inserimento della corona
  3. Situazione clinica finale

 

 

 


 

  • Caso di ponte su impianti nei settori estetici
  1. Situazione clinica prima del trattamento. L’avulsione si rende necessaria per ragioni endodontiche (presenza di estesi granulomi)
  2. Sitazione clinica dopo l’inserimento degli impianti
  3. Situazione clinica finale

 


 

  • Caso di protesi tipo Toronto
  1. Situazione clinica prima del trattamento
  2. Caso ultimato arcata superiore. Visione frontale

 

 

  1. Caso ultimato arcata inferiore. Visione frontale
  2. Risultato finale

 

 


 

  • Caso di protesi totale a chiavistello(rimovibile dal paziente)
  1. Protesi in situ
  2. Visione frontale della struttura di ritenzione della protesi
  3. Visione dall’alto della struttura della protesi

 

 


 

  • Caso di protesi cementata
  1. Componenti che costituiscono la protesi cementata (moncone e corona)
  2. Moncone in situ
  3. Caso ultimato

 

 

 


 

  • Caso di protesi avvitata
  1. Particolare prima dell’otturazione del foro di accesso della vite
  2. Otturazione ultimata